5 MODI PER CONSERVARE LE CASTAGNE

5 IDEE + 1 PER CONSERVARE LE CASTAGNE

Novembre è il mese di S. MARTINO…notoriamente il giorno detto di CASTAGNE E VINO!!

Questo detto risale ai tempi antichi quando, questa data corrispondeva alla chiusura dell’anno agricolo e, nel periodo che portava a quel giorno, (11 Novembre) i contadini svuotavano le botti dal vino vecchio, per fare posto a quello nuovo, per poi aprirle proprio quel giorno!!

Naturalmente il vino veniva accompagnato dal prodotto tipico di questo mese, le castagne, a quel tempo considerato un vero e proprio alimento da pasto!

5 modi +1 per conservare le castagne

Anche io mi preparo a quel giorno, ma…non SVUOTANDO…bensì RIEMPIENDO la mia dispensa con tutte le castagne raccolte fino a questo momento!

Se anche voi, come me, vi siete lasciati prendere la mano e avete raccolto una quantità esagerata di castagne, questo è il post che fa per voi…vi spiego infatti, come conservare al meglio questo frutto, per poterlo gustare nei mesi a venire.

PER PRIMA COSA…

Come trattamento preliminare, mettete le castagne in ampie bacinelle di acqua e lasciatele così per alcuni giorni, rigirandole ogni tanto, in questo modo potrete eliminare quelle che vengono a galla, castagne guaste o, come diciamo in famiglia…”abitate” !!!

Dopo qualche giorno toglietele dall’acqua e lasciatele asciugare stese all’aria per almeno 48 ore.

Quando avrete eseguito questa procedura basilare, potrete decidere come conservarle!!

 

1-CONGELAMENTO A CRUDO

Incidete la buccia delle castagne e mettetele in sacchetti per il congelatore, avendo cura di non riempirli troppo e di non ammassarle tra di loro.

All’occorrenza potrete toglierle dal congelatore e cucinarle nel modo che preferite, senza il bisogno di scongelarle, ricordatevi però, che i tempi di cottura si allungano un po’ rispetto al prodotto fresco.

 

2- CONGELAMENTO COTTO

Incidete le castagne e cuocetele in forno o nella padella apposita, sbucciatele e mettetele nel congelatore, le avrete sempre pronte da gustare ogni volta che vorrete.

Basterà infatti qualche minuto di microonde per scongelarle in fretta e gustarle calde, o, se preferite, farle scongelare a temperatura ambiente e poi gustarle.

 

3- CONGELAMENTO SEMI- COTTO

Incidete le castagne e tuffatele in acqua in ebollizione per alcuni minuti, togliete solo il guscio esterno, fate raffreddare e procedete al congelamento, al momento di usarle, basterà tuffarle congelate in acqua bollente e ritirarle dal fuoco dopo circa 5 minuti, in questo modo riuscirete a togliere facilmente la loro pellicina e potrete usarle come meglio credete, ad esempio per zuppe, risotti, creme ecc.

 

E ORA VENIAMO AI METODI PIU’ GOLOSI….

4- CASTAGNE AL LIQUORE!!!

Se vi piacciono le castagne al liquore, non fatevi scappare questa occasione, l’alcol vi permetterà di conservarle per molto, molto tempo!!!…..

castagne al liquore fai da te
Castagne al liquore

Ingredienti

  • 1.5 kg circa di castagne arrostite e sbucciate
  • 200 ml di acqua
  • 200 ml di zucchero
  • 200 ml di rhum, brandy, o altro liquore
  • Barattoli a chiusura ermetica

Preparazione

Disponete le castagne arrostite nei vasetti, avendo cura di non lasciare troppi spazi vuoti, riempiendoli fino a circa 2 cm dal collo del vasetto.

Preparate lo sciroppo, portando ad ebollizione lo sciroppo con lo zucchero, lasciate bollire qualche minuto, fino a quando lo zucchero si sarà sciolto e il liquido addensato.

-Spegnete il fuoco e versateci il liquore, mescolando con cura.

-Ora non vi resta che riempire i vasetti con questo liquido, coprendo completamente le castagne.

-Chiudete accuratamente i vasetti e capovolgeteli, il liquore caldo li farà andare rapidamente in sottovuoto!

-Quando saranno freddi, riponeteli in un luogo fresco e buio e cercate di resistere almeno un mese prima di assaggiarle!!!!

 

5- LA CONFETTURA

Una vera delizia da gustare da sola su del pane tostato, o come ingrediente per dolci, e creme,

trovate la mia ricetta QUI

-6 Se poi volete un modo ancora più creativo per riciclare le castagne, date un’occhiata al mio post di creazioni con le castagne, QUI

Spero di esservi stata utile…

SE QUESTA RICETTA VI E’ PIACIUTA, CONDIVIDETELA  E LASCIATE UN COMMENTO.

SE VOLETE ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA’ E SULLE RICETTE DI CASA SABY…SEGUITEMI SULLA MIA PAGINA FACEBOOK

A PRESTO

A casa di Saby

Precedente Confettura di castagne e rhum Successivo 3 IDEE CREATIVE CON LE CASTAGNE