Confettura di castagne e rhum

UNA CONFETTURA CHE SA D’AUTUNNO!!

Di tutte le bontà con cui mi piace rifornire la mia dispensa, la confettura di castagne è senza dubbio la più impegnativa, ma anche quella che preferisco.

Non la faccio tutti gli anni, perché non sempre la così detta “materia prima” abbonda, ma in anni come questi, dove le mie camminate nel bosco finivano sempre con con ceste piene di questo meraviglioso frutto…non potevo certo privarmi di una delizia così!

 

CONFETTURA DI CASTAGNE

Amo particolarmente questa confettura, perché in ogni vasetto aperto ritrovo il profumo delle lunghe camminate,

dell’ultimo tiepido sole,

i caldi colori dell’Autunno,

il tappeto di foglie e ricci che ricopre il terreno boschivo,

la magia del silenzio interrotto dal crepitio del mio cammino e dal tocco reciproco dei rami degli Alberi…

…si…una vera magia è racchiusa in questi vasetti!

Ma va bè…avrete capito che sono un’inguaribile romantica…ma ora è il momento di rimboccarsi le maniche e raccontarvi come preparare quaesta delizia autunnale!

Per prima cosa, se avete raccolto molte castagne, mettetele in ampie bacinelle di acqua e lasciatele così per alcuni giorni, rigirandole ogni tanto, in questo modo potrete eliminare quelle che vengono a galla, castagne guaste o, come diciamo in famiglia…”abitate” !!!

Dopo qualche giorno toglietele dall’acqua e lasciatele asciugare stese all’aria per almeno 48 ore.

Alla fine di questa operazione potrete utilizzarle come più preferite!

La nota dolente di questa confettura è la sbucciatura delle castagne,ma se avrete seguito i miei consigli, eseguendo la procedura dell’ammollo in acqua, non avrete problemi.

Se volete essere ancora più tranquilli, incidete le castagne con un coltellino, riponetele in freezer per circa un’ora e poi tuffatele direttamente nel’acqua bollente, a cui avrete aggiunto una foglia di alloro.

Dopo circa 40 minuti, togliete dall’acqua e sbucciatele, la cosa bella è che non dovrete preoccuparvi se alcune castagne si romperanno!

INGREDIENTI

  • 1 Kg di castagne già spellate
  • 650 g di zucchero
  • 180 ml di acqua
  • 1 bicchierino di rhum

PREPARAZIONE DELLA CONFETTURA

-Passate le castagne al passaverdura o, se preferite una consistenza più cremosa, al mixer.

-In una casseruola capiente unite le castagne, l’acqua, lo zucchero e lasciate cuocere a fuoco lento per 30- 40 minuti, fino a raggiungere la giusta consistenza e aggiungendo, quasi alla fine, il bicchierino di Rhum.

-La confettura sarà pronta quando, fatta cadere su un piattino tenuto qualche minuto nel freezer, lo velerà leggermente.

-Versate la marmellata ancora calda in vasetti di vetro che nel frattempo avrete ben sterilizzato*, e
chiudete ermeticamente i vasetti con coperchi nuovi o comunque ben intatti.

-Sistemateli dentro ad una pentola a bordi alti dividendoli con un canovaccio pulito per evitare che i vasetti si rompano urtandosi tra di loro, riempite la pentola di acqua fredda e lasciate bollire a fuoco basso per circa 30 minuti, controllate che i coperchi rimangano sempre coperti dall’acqua.

-Spegnete quindi il fuoco e lasciateli raffreddare completamente nella pentola, alla fine asciugateli, controllate accuratamente che si sia formato il sottovuoto e riponeteli in un luogo buio, fresco e asciutto per almeno un mese.

Mi raccomando, eseguite molto bene i passaggi della sterilizzazione, per garantire la giusta conservazione è importante seguire le linee guida.

Questa confettura è ottima base per alcuni dolci, come accompagnamento ai formaggi erborinati, o semplicemente su del pane tostato per un’energetica colazione mattutina!

 

*PER UNA CORRETTA STERILIZZAZIONE DEI VASETTI:

Il metodo classico per sterilizzare i barattoli per la marmellata prevede l’utilizzo di una pentola.

Prendetene una dai bordi alti e foderatela con un canovaccio pulito. Sistemate i vasetti di vetro all’interno con l’apertura rivolta verso l’alto.

Riempite la pentola d’acqua fino a ricoprire i barattoli. Accendete il fuoco e portate a ebollizione. Quando bollirà abbassate il fuoco e continuate per mezz’ora, aggiungendo, dopo 20 minuti,anche i coperchi.

Trascorsi i 30 minuti, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Raggiunta la temperatura ambiente, prendete vasetti e coperchi e fateli scolare capovolti, fate attenzione che non rimangano gocce d’acqua al loro interno, poi procedete a riempirli con le vostre preparazioni.

 

SE QUESTA RICETTA VI E’ PIACIUTA, CONDIVIDETELA  E LASCIATE UN COMMENTO.

 SE VOLETE ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA’ E SULLE RICETTE DI CASA SABY…SEGUITEMI SULLA MIA PAGINA FACEBOOK

A PRESTO

A casa di Saby

Precedente Strudel di frutta mista e pasta sfoglia Successivo 5 MODI PER CONSERVARE LE CASTAGNE