MAZZE DI TAMBURO ALLA PARMIGIANA

 
Mazze di tamburo
Non si può pensare all’Autunno senza parlare dei gioielli del bosco…I FUNGHI!!
Per me passeggiare nei boschi in questa stagione è particolarmente rigenerante, i colori, i rumori e i profumi sono unici…e poi, quando qua e la, sotto le foglie o vicino ai tronchi degli alberi vedo apparire queste meraviglie…bè…il cuore sorride.

Oggi vi parlo di un fungo molto particolare ma snobbato da molti…la MACROLEPIOTA PROCERA…Più comunemente conosciuta come MAZZA DI TAMBURO, nome dovuto al fatto che, quando è chiuso, la sua forma ricorda, appunto, quella di una mazza di tamburo!

 

Non è assolutamente difficile vederlo tra l’erba, perché è molto alto e vistoso, il gambo infatti può raggiungere i 45 cm, e la larghezza del cappello i 25 cm!!!!

(FOTO DAL WEB)
La caratteristica di questo fungo è di avere un leggero profumo di nocciola che poi ritroveremo nel gusto, e soprattutto una polpa carnosa, tanto da essere ideale consumato impanato in uovo e pangrattato e poi fritto…come fosse una bistecca.
 
….ECCO LA MIA RACCOLTA😍….
mazze di tamburo
 
Come tutti i funghi va naturalmente ben cotto, per togliere la parte tossica, sbollentarlo pochi minuti in acqua bollente e poi lasciarlo asciugare è un modo per togliersi ogni dubbio! Il gambo è molto legnoso e viene quindi buttato…tempo fa però, un micologo mi ha consigliato di tagliarlo e farlo seccare, ridurlo in polvere e usarlo per insaporire i piatti…da allora il gambo non lo butto più!

Tornando alla cucina, le Mazze di Tamburo alla parmigiana sono una vera squisitezza che vi conquisterà.

 

INGREDIENTI
  • 8 mazze di tamburo
  • 200 g di mozzarella
  • 150 g di salsa di pomodoro
  • 200 g di prosciutto cotto
  • sale e pepe q.b
  • un cucchiaino di origano secco
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio evo
  • pangrattato
  • Parmigiano Reggiano grattugiato
Puliteli le Mazze di Tamburo e togliete tutto il gambo, semplicemente afferrandolo e facendolo ruotare leggermente, si staccherà perfettamente dal cappello.
Appiattite bene le cappelle e lavatele velocemente sotto il getto dell’acqua, avendo cura di non farle impregnare.
In una padella ben calda, con un filo di olio e uno spicchio d’aglio, fate passare i funghi tenendoli un po’ premuti per lasciarli ben appiattiti, girate un paio di volte e adagiateli in un piatto.
Aggiungete alla salsa di pomodoro un po’ di sale, pepe e una spruzzata di origano secco.
Procediamo ora con la parmigiana, disponete una cappella nella teglia, ricoprite con il prosciutto cotto, poi la mozzarella, un po’ di salsa di pomodoro e una spolverata di parmigiano, adagiate un altro fungo, ricominciate con gli strati, prosciutto, mozzarella, salsa, parmigiano, create tre strati, concludendo con fungo, salsa, parmigiano e un po’ di pangrattato.

Cuocete in forno a 200° per circa 30 minuti, andate un po’ in base alla quantità di funghi e strati.

 

A casa di Saby…..

 
SE VOLETE ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA’ E SULLE RICETTE DI CASA SABY…SEGUITEMI ANCHE SULLA MIA PAGINA FACEBOOK

 

A PRESTO

 

Precedente Zuppa di cavolo nero e pasta ai ceci Successivo Peperoni in agrodolce fatti in casa