RISO CON FILETTO DI PESCE PERSICO, RICETTA TRADIZIONALE

IN QUEL RAMO DEL LAGO DI COMO…..
Non me ne voglia Alessandro Manzoni se uso la frase di apertura del suo famoso romanzo, per parlare non delle bellezze di una terra, ma di un argomento forse meno poetico, ma di comunque grande effetto….IL PESCE DI LAGO!😂😂
Sì, perché non si può parlare di una zona lacustre così bella come quella che fa da cornice alla provincia di Como, senza pensare alla cucina tradizionale.
Io personalmente adoro il pesce di Lago, forse non sempre molto considerato, per il suo sapore a volte un po’ forte…ma come tutte le prelibatezze gastronomiche deve semplicemente essere trattato e accompagnato nel modo più appropriato. Io non sono, purtroppo, grande esperta di questo tipo di cucina…ma …dell’assaggio assolutamente si…😂😂😂😉
Un piatto che però adoro cucinare, appartenente alla cucina tradizionale Comasca, è il RISO CON FILETTO DI PESCE PERSICO!! Un piatto insegnatomi molti anni fa da una persona a molto cara , che faccio ogni qualvolta trovo i filettini piccoli e bianchi del pesce persico.
Girando nel web ho trovato molte ricette che prevedono un vero e proprio risotto con il vino bianco, accompagnato da questi filetto dorati…non ne discuto la bontà, ma la ricetta tradizionale prevede l’accompagnamento con riso bollito profumato con burro e salvia!
 
 
QUINDI…..PREPARAZIONE DEL RISO TRADIZIONALE
INGREDIENTI X 3 PERSONE
  • 250 g. di riso
  • 50 g. di burro
  • foglie di salvia
  • farina bianca
-Mettete sul fuoco una pentola d’acqua, al momento del bollore salate e tuffateci il riso, che scolerete qualche minuto prima che sia perfettamente cotto.
-Saltatelo in una larga padella con 40 g.burro e foglie di salvia.
-A parte fate sciogliere in un pentolino gli altri 10 g. burro con abbondanti foglie di salvia.
Nel frattempo preparate una padella con abbondante olio di arachidi, infarinate molto bene i filetti di persico e friggeteli qualche minuto, devono diventare belli dorati, quando saranno pronti tagliateli dall’olio e salateli.
-Disponete poi i filetti sul riso saltato e irrorate tutto con il burro fuso caldo.
Al contrario di quanto possa sembrare, vista la presenza del burro, non si tratta di un piatto pesante, il sapore della salvia, poi, accompagna egregiamente quello del pesce e lo esalta.
Che dire…chissà se Renzo e Lucia mangiavano questa prelibatezza…in loro onore, per citare nuovamente Manzoni…
QUESTO RISO ‘SA DA FARE’…”
.😂😂😂😂
Buon appetito! !!
 
A CASA DI SABY SI BEVE…
Ho accompagnato questo piatto con un SAUVIGNON, vino bianco fermo, corposo e profumato, con una sapidità che sposa perfettamente la cottura del persico.

 

Precedente Spaghetti di zucchine, pesto e pomodorini Successivo CALAMARI ALLA PIASTRA CON RISO INTEGRALE